Correre tanto? Potete dimagrire mangiando di piu'!

30/01/2018Correre tanto? Potete dimagrire mangiando di piu'!

Sono tanti i benefici che la corsa può apportare alla nostra salute, sia fisica che mentale. Sebbene il benessere psicofisico sia quanto di più importante dovremmo perseguire, nella stragrande maggioranza dei casi si inizia (o ricomincia) a correre per dimagrire. Sicuramente perdere peso è un tassello importante nel quadro del raggiungimento e mantenimento della salute ma la motivazione estetica è senza dubbio preponderante. La corsa può essere utile per la dieta sia durante la fase di dimagrimento sia durante la fase successiva di “mantenimento”. Nella prima fase aiuta a dimagrire più velocemente e facendo meno fatica; nella seconda fase (che è spesso critica per la mancanza delle forti motivazioni che di solito caratterizzano la prima fase) aiuta a mantenere il peso senza sacrifici a tavola. La corsa è una attività alla portata di tutti, ma prima di iniziare è bene verificare con il proprio medico che non ci siano particolari controindicazioni; per evitare problemi alle articolazioni è bene non correre se si è in forte sovrappeso (dimagrire con la cyclette potrebbe essere una valida alternativa per perdere i primi chili). In un’ora di corsa è possibile bruciare anche più di 1000 kcal, ma bisogna capire bene come funziona il meccanismo, perché è anche possibile, sempre in un’ora, spendere solo 300 calorie. In pratica il dispendio calorico della corsa dipende (ammesso che si corra davvero e non ci si limiti a camminare) solo dal numero di chilometri percorsi e dal peso del soggetto

Il calcolo è molto semplice: per ogni chilometro di corsa, si perde una caloria per ogni chilogrammo di peso. Ad esempio, una persona di 60 kg brucia circa 60 kcal per ogni chilometro percorso correndo. Supponendo di correre a 10 km/h (6 minuti al km) si bruciano circa 600 calorie in un’ora: un bel bonus che permette di passare, ad esempio, da una dieta da 1400 kcal a una dieta da 2000 kcal. In pratica si dimagrisce, ogni tanto si sentirà lo stesso un po’ di fame, ma almeno a tavola si potrà mangiare e sentirsi sazi: una grande differenza dal punto di vista psicologico rispetto al sedentario che, per dimagrire, deve soffrire la fame quasi tutto il giorno. Se ci si limita a correre mezz’ora al giorno (sempre a 6′ al km) si guadagna comunque un bonus di 300 calorie. Potrebbe sembrare poco, ma se si corre tutti i giorni, alla fine della settimana si consumano ben 2100 calorie in più: rispetto a un sedentario ci si può permettere di seguire una dieta meno ferrea, magari con qualche “strappetto” ogni tanto.

Il calcolo è molto semplice: per ogni chilometro di corsa, si perde una caloria per ogni chilogrammo di peso. Ad esempio, una persona di 60 kg brucia circa 60 kcal per ogni chilometro percorso correndo. Supponendo di correre a 10 km/h (6 minuti al km) si bruciano circa 600 calorie in un’ora: un bel bonus che permette di passare, ad esempio, da una dieta da 1400 kcal a una dieta da 2000 kcal. In pratica si dimagrisce, ogni tanto si sentirà lo stesso un po’ di fame, ma almeno a tavola si potrà mangiare e sentirsi sazi: una grande differenza dal punto di vista psicologico rispetto al sedentario che, per dimagrire, deve soffrire la fame quasi tutto il giorno. Se ci si limita a correre mezz’ora al giorno (sempre a 6′ al km) si guadagna comunque un bonus di 300 calorie. Potrebbe sembrare poco, ma se si corre tutti i giorni, alla fine della settimana si consumano ben 2100 calorie in più: rispetto a un sedentario ci si può permettere di seguire una dieta meno ferrea, magari con qualche “strappetto” ogni tanto

Da: https://www.centrometeoitaliano.it/salute/dieta-correre-tanto-per-dimagrire-e-mangiare-di-piu-58906/?refresh_cens