Dieta dei Centenari della Longevita'

30/11/2017Dieta dei Centenari della Longevita'

I segreti delle zone blu della Terra 
Cos'hanno in comune l'isola di Ikaria in Grecia, quella lontanissima di Okinawa in Giappone, la Penisola di Nicoya in Costa Rica, la cittadina di Loma Linda in California, l'Ogliastra in Sardegna (un pezzo di Barbagia famoso per il Carnevale e i mamuthones ), Acciaroli nel Cilento e Molochio, un paesino dell'Aspromonte? Sono le zone blu della terra, dove gli abitanti vivono più a lungo della media, mangiando frutta a guscio, pesce fresco, legumi e altri vegetali.

Per gli studiosi sono laboratori a cielo aperto: Valter Longo, nato a Genova ma di origini calabresi, ordinario di gerontologia e di scienze biologiche e direttore dell'Istituto di longevità alla University of Southern California di Los Angeles, ha studiato la genetica dei centenari e il loro stile alimentare, valutando il nesso tra composizione del cibo, invecchiamento e malattie. Con un occhio anche all'antropologia sociale.

“Tutti i centenari del mondo mangiano poco e quasi sempre le stesse cose. Apprezzano e si godono i momenti di vita in comune - la chiesa, le feste, la piazza - ma sanno anche essere indipendenti dal sistema sociale”

Valter Longo 

Dieta dei centenari: cosa mangiare e cosa non mangiare

Ridurre al minimo gli zuccheri cercando di assumerli unicamente attraverso la fruttaeliminare la carne a favore di pesce e tanta verdura (diventare quindi pescetariani), consumare legumi come principale fonte di proteine, usare spesso (circa 50-100 millilitri al giorno) l’olio extravergine di oliva, un vero toccasana per la nostra salute, e mangiare un pugno di frutta secca al giorno.

Pesce molto meglio delle carni

Adotta una dieta vegana aggiungendo il pesce, limitandolo a 2-3 pasti a settimana e facendo attenzione a quello con altro contenuto di mercurio.

Attento alle proteine

Fino a 65-70 anni mantieni basso il consumo di proteine (0,7-0,8 grammi per chilo di peso corporeo), mentre dopo aumentale leggermente per non perdere massa muscolare.

Controlla sempre il girovita

Tieni conto che l’ideale per un uomo è di avere un girovita intorno agli 80 centimetri, mentre per le donne è 70. Fino a 99 per gli uomini è accettabile, 89 per le donne.