Dieta del tonno per perdere 5kg in 3giorni

18/11/2017Dieta del tonno per perdere 5kg in 3giorni

La dieta del tonno è un po’ la dieta che tutti vorremmo conoscere. Se devi perdere un bel po’ di kg, ma hai veramente pochissimi giorni a disposizione non c’è niente di meglio di questo regime alimentare. Questa dieta dura, infatti, soli 3 giorni e promette di farvi perdere fino a 5 chili. L’importante è rispettare alcune regole, come per esempio bere almeno 2,5 litri di acqua al giorno e seguire alla lettera le indicazioni contenute nella tabella della dieta.

Quali sono i benefici derivanti da questo tipo di dieta?

Il tonno essendo ricco di vitamina E e di grassi omega-3, oltre ad aiutarci a perdere peso velocemente, riduce del 50% il rischio di malattie cardiovascolari e in più stimola il nostro cervello.

Dieta del tonno: ecco lo schema da seguire

1°giorno

Colazione: 1 tazza di caffè o tè, 1/2 pompelmo o succo di pompelmo e una fetta di pane tostato con burro di arachidi.

Pranzo: Insalata di tonno preparata con: 150 grammi di tonno, 1 cetriolo tagliato in fette, 3 pomodorini, 1 cucchiaino di mais. A fine pasto potete consumare 1 tazza di caffè o tè.

Cena: 100 grammi di arrosto di manzo, 200 grammi di verdura al vapore, 200 grammi di carote grattugiate con qualche goccia di limone, 1 mela media e 1 tazza di caffè o tè.

2° giorno

Colazione: 1 tazza di caffè o tè, 1 uovo sodo, 1 toast, 1 banana.

Pranzo: 200 grammi di tonno, 5 cracker, 1 tazza di caffè o tè.

Cena: 200 grammi di petto di pollo, 100 grammi di spaghetti, 200 grammi di broccoli, 1 tazza di caffè o tè.

3° giorno

Colazione: 1 tazza di caffè o tè, 5 cracker, 30 grammi di formaggio, 1 mela.

Pranzo: 1 uovo sodo, 1 toast, 1 tazza di caffè o tè.

Cena: 200 grammi di tonno, 100 grammi di spaghetti, 100 grammi di cavolfiore e 1 tazza di caffè o tè.

Attenzione!!! In questa dieta sono inclusi degli spuntini che possono consistere in 10 mandorle, 5 fragole o una mela.

NB: Se hai qualche problema di salute, evita le diete fai da te. Nel tuo caso sarà utile rivolgersi ad uno specialista.

Da: QUI