Dimagrire senza dieta ne' palestra e' possibile

14/11/2017Dimagrire senza dieta ne' palestra e' possibile

Per dimagrire bisogna mangiare bene e fare attività fisica. Facile a dirsi, un po' meno a farsi. Specie se si è molto pigri di indole e non si ha voglia di rinunciare alla buona tavola o di stravolgere le proprie abitudini.

Non tutti, infatti, amano andare in palestra o riescono a resistere alle tentazioni della gola.

Più facile fare qualche piccola modifica al proprio stile di vita, senza grandi rivoluzioni. Soprattutto se si tratta di perdere giusto qualche chilo.

Ecco quali.

Mangiate tutto (ma in minore quantità)

Non è necessario dire addio a intere categorie di alimenti.

Eliminare tutto quello che vi piace non farà altro che rendere la strada della dieta sempre più impraticabile, a causa di voglie improvvise cui difficilmente riuscirete a resistere.

L'unica cosa di cui avete davvero bisogno è ingerire meno calorie di quante ne bruciate.

Invece di rinunciare a quello che vi piace, riducete le porzioni, diminuite la quantità di olio e limitate la fame iniziando il pasto con tante verdure. 

Comprate un contapassi

Come detto, è importante bruciare più calorie di quante non se ne ingeriscano.

Come per il cibo, anche qui il modo migliore è implementare quello che già fate.

Senza trasformarvi in una fitness guru, dunque, se avete tagliato le porzioni vi basterà una bella camminata ogni giorno per smaltire quanto mangiato e tenervi in forma.

Munitevi di un contapassi e monitorate i vostri spostamenti durante la giornata, prediligendo le scale, facendo una lunga passeggiata con il vostro cane la sera o magari scendendo una fermata prima di quella che vi serve per andare a lavoro con i mezzi.

Pesatevi meno

I chili che avete accumulato non devono essere un'ossessione.

Il peso può variare di giorno in giorno e fluttuare a seconda di diversi fattori (ormoni e regolarità intestinale, per esempio).

Tenerlo monitorato quotidianamente non servirà a nulla, se non a rovinarvi l'umore facendovi rinunciare a ogni forma di nuova abitudine.

Scegliete un giorno e un orario della giornata specifico, possibilmente al mattino, e mantenetelo come punto di riferimento.

Bevete tanto (ma i giusti liquidi)

Si sa che bere molta acqua fa bene, aiuta a smaltire le tossine in eccesso e combattere la ritenzione idrica.

Ma come la mettiamo con tutte le altre bevande? Cocktail alcolici a base di succhi e frutta sono banditi, ma questo non significa che non possiate concedervi un bicchiere di vino una sera durante il weekend o che non possiate sostituire il cocktail con varianti analcoliche e non zuccherate.

Tirate in mezzo amiche e colleghe

Modificare certe abitudini non è facile. Vi servirà tutto il supporto possibile, specie da parte degli amici e dei colleghi, con cui condividete i pasti e la maggior parte delle ore di veglia.

Comunicate loro la vostra scelta, in modo da non dovervi giustificare ogni volta che dovrete rinunciare a un dolce o si sceglierà dove andare a mangiare.

Non solo: potrete creare degli appuntamenti fissi per muovervi un po' di più, che sia una corsetta o una passeggiata al parco nel weekend.

Da: QUI