Mangiare come gli antenati fa male?

17/11/2016Mangiare come gli antenati fa male?

Tra le varie diete è tornata di moda la cosiddetta "paleodieta", ovvero cibarci come i nostri antenati, prima che si sviluppasse l'agricoltura. Il motivo sarebbe che è da "poco" tempo che siamo agricoltori e siamo quindi programmati per mangiare carni magre, pesce, frutta, vegetali e semi.

Ma sarà una dieta sana ed equilibrata? Biochronicles ha cercato di descrivere nel dettaglio le caratteristiche di questa dieta, che si differenzia da quella "moderna" per aspetti come il carico glicemico ora molto alto (e correlato a un incremento di patologie come il diabete) o una diversa suddivisione dei macronutrienti.

Sembrerebbe una dieta buona, eppure non mancano i limiti, come gli alti livelli di colesterolo, il basso apporto di calcio fondamentale per le ossa, il consumo di carne che, se eccessivo, è stato correlato a una maggior probabilità di cancro al colon e un'assunzione troppo bassa di carboidrati, fondamentali per il funzionamento del cervello. 

Senza dimenticare il "prezzo" di una dieta basata soprattutto su carne e pesce. In conclusione, per quanto sia una dieta affascinante, non ci sono studi che possano dire se la paleodieta porta più benefici o più rischi. Rimane quindi consigliabile mantenere un'alimentazione equilibrata, con un esercizio fisico regolare.

http://www.today.it/